Il lutto non è riferito al  momento in cui perdiamo qualcuno, come quando una persona cara muore o ci lascia. E’ un processo che dura nel tempo. E’ la reazione naturale e fisiologica alla perdita di qualcuno o qualcosa che abbiamo amato. E’ un processo che attraversa vari stadi ed emozioni:

  1. LA NEGAZIONE. Non può essere vero,stai scherzando, ma cosa ti salta in mente, ripensaci. E’ una realtà così dura che vorremmo non prenderla in considerazione.
  2. LA RABBIA. E’ il momento in cui si può diventare violenti, verbalmente o anche fisicamente. Pensate ai numerosi fatti di cronaca. Anche un cane ringhia quando gli si vuole portare via l’osso. Ed è così che le persone, a volte, vivono la relazione di coppia. Sei MIA e nessuno ti può portare via.
  3. IL DOLORE. Realizziamo che è proprio finita.
  4. LA PAURA. Ci sentiamo smarriti, abbiamo dubbi su come potremo affrontare il futuro.
  5. L’ACCETTAZIONE. Sia mentale che affettiva. Accettiamo la perdita perché sentiamo di avere il nostro potere, che la nostra vita continua, che continuiamo ad esistere. Che nella vita si aprono altre vie e possibilità.
  6. FORMIAMO ALTRI LEGAMI.  Non come via di fuga, non per aggrapparci a qualcosa d’altro che ci sorreggerà, non per rimpiazzare la perdita subita. A questo punto possiamo rientrare in contatto con i nostri bisogni profondi.
  7. PERDONO. Per-dono. Come dice la parola ci doniamo. Sentiamo di essere di nuovo capaci di donare il nostro amore ad altri,  rinunciamo (doniamo) al risarcimento. Il perdono ci rende liberi.
  8. GRATITUDINE.  E’ l’ultimo passaggio. Quello che ci fa tornare il sorriso sulle labbra. La separazione ci può portare a guardare l’altro con gli occhi del disprezzo, di chi vede solo gli aspetti negativi. La gratitudine è il sentimento che ci fa sentire ricchi. E’ proprio con l’altro che abbiamo vissuto quei momenti indimenticabili, che abbiamo fatto quelle cose così eccitanti, abbiamo fatto dei figli. L’altro non c’è più ma le esperienze che abbiamo fatto insieme ci apparterranno per sempre. Siamo fuori dal lutto.